Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011

Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011

L'Unione Europea prescrive l'obbligo per i Paesi membri di eseguire ad intervalli regolari il Censimento della popolazione. In Italia quest'obbligo viene osservato tramite i tradizionali Censimenti della popolazione e delle abitazioni che vengono condotti a periodicità decennale.

Il primo ha avuto luogo nel 1861 (in Alto Adige nel 1869), la prima indagine sulle abitazioni nel 1951. Contemporaneamente al censimento della popolazione e delle abitazioni, solo in provincia di Bolzano viene anche condotto il censimento linguistico.

I principali obiettivi del censimento della popolazione sono la determinazione della popolazione legale e il confronto censimento-anagrafe. I dati sulla popolazione legale vengono poi utilizzati per molteplici scopi, anche di carattere amministrativo (per es. individuazione dei distretti e delle circoscrizioni elettorali). Un ulteriore obiettivo del censimento è la raccolta di informazioni su fenomeni rilevanti quali lo spazio abitativo, il grado di istruzione e la situazione lavorativa della popolazione a livello comunale.

Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti web dell'ISTAT:

Rilevazione delle convivenze

Con il Foglio di convivenza vengono rilevate le persone residenti e le persone temporaneamente presenti nelle convivenze (case di riposo, conventi, istituti penitenziari, istituti di cura, ecc.).

Censimento degli edifici

Il Censimento degli edifici viene condotto con l'obiettivo di raccogliere informazioni sul numero e le caratteristiche dei fabbricati. Vengono censiti tutti gli edifici esistenti nei comuni, la loro tipologia ed il loro utilizzo. Per gli edifici ad uso abitativo vengono richieste anche informazioni integrative riguardo all'epoca di costruzione, allo stato di manutenzione, alla presenza dell'ascensore ed alla contiguità con altri edifici.

Censimento dei gruppi linguistici 2011

In occasione del censimento della popolazione e delle abitazioni viene condotto anche il censimento dei gruppi linguistici, in base ad una norma di attuazione dello Statuto di autonomia per la Regione Trentino-Alto Adige. Tale norma prevede che i risultati del censimento fungano da base per il calcolo del rapporto proporzionale dei tre gruppi linguistici. La cosiddetta "proporzionale" viene quindi utilizzata in molteplici situazioni politico-amministrative, quali la composizione di organismi e gruppi di lavoro e la distribuzione dei posti di lavoro negli enti pubblici. Tutte le persone in possesso della cittadinanza italiana, residenti in provincia di Bolzano alla data del censimento, debbono compilare la dichiarazione anonima di appartenenza o di aggregazione ad uno dei tre gruppi linguistici.

 Sitemap